GO
Suggerimenti e trucchi per combatterle

Ogni donna percepisce le vampate in maniera differente. 

La vampata di calore è uno dei sintomi più comuni e fastidiosi per le donne in menopausa. È uno di quelli che porta spesso a consultare il medico, di solito si verifica durante la transizione verso la menopausa e può perdurare fino qualche anno più tardi.

Se la vampata si verifica durante il sonno notturno si definisce vampata di calore notturna.

Come e perché si verificano le vampate di calore notturne

Non appena le ovaie smettono di funzionare, si abbassano i livelli di estrogeni e appaiono i sintomi della menopausa.

Non si conosce esattamente cosa provochi le vampate di calore, ma queste sembrano correlate ai cambiamenti ormonali che si verificano in menopausa.

Alcuni esperti dicono che le vampate di calore compaiono dopo un processo che ha la sua origine nel sistema vasomotorio del cervello, che si attiva quando diminuisce il livello degli estrogeni nelle donne, come accade in menopausa.

Le vampate di calore di solito iniziano con un improvviso senso di calore che colpisce la parte superiore del petto e del viso. Poi si diffonde in tutto il corpo. Di solito dura tra i due e i quattro minuti.

Ogni donna la percepisce in modo diverso. Alcune donne quasi non l’avvertono, ma altre le vivono intensamente. Alcune sudano durante la vampata e poi hanno brividi e possono tremare durante la sensazione di calore intenso. Altre possono avvertire una certa ansia o palpitazioni durante le vampate di calore.

Come si riconoscono le vampate di calore notturne

La vampate di calore notturne colpiscono una donna su tre in menopausa. Possono causare sudorazione profusa e possono svegliare le donne durante la notte per la sensazione di freddo o di calore.

Di solito appaiono più frequentemente durante la prima fase del sonno, nelle prime quattro ore, impedendo così alla donna di avere un sonno ristoratore.

Possono verificarsi una o più volte durante la notte e, a volte, causare problemi di insonnia o disturbi del sonno.

Le vampate notturne influenzano la qualità della vita in molte donne e impattano negativamente sulle azioni quotidiane a causa della mancanza di sonno.

Possono verificarsi anche stanchezza, sbalzi d'umore, irritabilità e difficoltà di concentrazione.

Tutto ciò può intensificare e aggravare gli altri sintomi che accompagnano la menopausa.

Perché le vampate di calore appaiono durante la notte?

Le cellule cerebrali funzionano come un orologio biologico che controlla il sonno e la veglia, spiegano recenti ricerche scientifiche, e potrebbero anche essere responsabili del controllo della temperatura corporea, che resta bassa di notte per riposare e più alta durante il giorno per mantenere il corpo sveglio.

La menopausa altera il ritmo sonno-veglia e provoca picchi di temperatura irregolari durante il giorno e la notte. Queste alterazioni possono essere la causa delle vampate di calore notturne.

Suggerimenti per alleviare le vampate di calore notturne

Alcuni semplici consigli possono aiutare a ridurre gli effetti delle vampate di calore, o anche prevenirle:

  • Praticare una qualche forma di attività fisica moderata ogni giorno.
  • Assumere una dieta sana ricca di calcio, latticini e verdure.
  • Evitare caffè e alcol.
  • Non fumare.
  • Non assumere bevande molto calde.
  • Evitare lo stress e cercare di condurre una vita tranquilla.
  • Vestirsi con abbigliamento a strati che può essere tolto quando si verificano le vampate di calore.
  • Mantenere una bassa temperatura nell’ambiente circonstante.
  • Un ventilatore e una bottiglia d'acqua possono essere molto utili quando si verificano le vampate di calore.
  • Mettere un panno bagnato freddo sul collo per alleviare le vampate di calore.
Disturbi del sonno durante la menopausa
Le vampate possono causare sudorazione profusa e possono svegliare le donne durante la notte per la sensazione di freddo o di calore.